Seleziona una pagina

Pandemos

BANDO PER LA SICILIA

IN BREVE

Rizoma è un istituto internazionale in fase di costituzione a Palermo. Nasce dall’edizione 2019 della Biennale Arcipelago Mediterraneo e di Transeuropa Festival e mira a promuovere una continuità di azione a partire dalla città di Palermo. Anche se l’istituzione sarà formalmente costituita solo nell’estate del 2020, abbiamo deciso di lanciare subito un progetto chiamato Pandemos per rispondere alla crisi in corso e al suo impatto sul settore culturale. Mettiamo a disposizione fino a dieci borse di produzione di €1.000 ciascuna, destinate ad artisti, scrittori, pensatori e creativi che vivono o hanno un rapporto personale con la Sicilia. Prevediamo una seconda edizione di questo bando, esteso a tutta l’area del Mediterraneo. 

STRUMENTI PER UNA FANTASCIENZA DEL PRESENTE

La crisi del Covid-19 rappresenta una delle più significative interruzioni della vita quotidiana e del business as usual degli ultimi tempi. Vogliamo cogliere questi straordinari sviluppi e coinvolgere una nuova generazione di artisti, pensatori e scrittori nella creazione di opere che resteranno come testimonianze della pandemia, fornendo un contributo mitopoietico alla trasformazione della nostra infelice, insostenibile e ingiusta “normalità” precedente.

Settimane di isolamento ci hanno sfidato a ridefinire i nostri valori precedenti. Ciò è vero tanto a livello individuale – dalla trasformazione della nostra percezione del tempo a quella delle relazioni personali, dal nostro rapporto con gli oggetti, gli animali o le piante alla rivalutazione di ciò che ha un significato – quanto a livello sistemico – con istituzioni culturali e artisti costretti a sperimentare nuovi modi per coinvolgere il loro pubblico e garantire la continuità della produzione creativa.

Da un’esperienza reale sono emersi scorci di un’alterità possibile, di un presente alternativo. La terra è stata arata. È forse emerso qualcosa di valore? E se sì, possiamo raccoglierlo e guardarlo da vicino? Quali potenzialità dovremmo ora alimentare? Per un contesto più generale potete leggere Non aspettatevi troppo dalla fine del mondo di Lorenzo Marsili o Personal Support: How to Care? di Jan Verwoert.

Invitiamo artisti, pensatori, scrittori e creativi ad aiutarci a raccogliere i semi di un futuro possibile che è già qui, orientando il nostro sguardo su alcune delle intuizioni che possono essere emerse dalla nostra recente esperienza collettiva. Cerchiamo fino a dieci gesti concreti di trasformazione, che formino una piccola raccolta di strumenti per contribuire a reimmaginare i comportamenti individuali e i processi collettivi. Per una ripartenza che non sia un tornare indietro.

Pandemos prenderà le forme di un libro multimediale e multidimensionale, per certi versi riconducibile ai tomi magici che abitano le librerie descritte da Jorge Luis Borges o l’Atlas prodotto da Aby Warburg. Artisti, scrittori e creativi saranno invitati a rispondere, con il linguaggio che preferiscono, ad alcune domande di partenza, seguendo una metodologia più prossima a quella di un libro collettaneo che di una mostra collettiva. I diversi contributi – che potranno prendere la forma di un racconto, una performance, un testo teorico, una breve composizione musicale, ecc. – andranno a formare i capitoli di un’opera unica.

Questo libro magico sarà consultabile online, sfruttando appieno le potenzialità multimediali, e vivrà in formato fisico attraverso una mostra replicabile tanto in contesto pubblico quanto all’interno di una casa, permettendo dunque una fruizione adatta a tempi di distanziamento sociale. I contributi potranno essere espressi in maniera differenziata per il libro e per la mostra, divenendo elementi complementari o traduzioni tra il fisico e il digitale.

Cronoprogramma

Vi chiediamo di lavorare al vostro progetto durante l’estate con una prima consegna ad inizio agosto 2020. Durante questo periodo saremo in contatto per fornire tutte le informazioni necessarie e discutere insieme l’implementazione della vostra idea. Il libro e la mostra verranno preparati nei mesi di agosto e settembre per una prima presentazione ad ottobre.

FAQ

  • C’è un limite di età?

No, la call è aperta ai creativi di qualsiasi età che operano in Sicilia

  • 1000 euro… non sembrano molti. Perché non avete scelto di dare più soldi a meno partecipanti?

Con questa prima iniziativa abbiamo pensato fosse importante sostenere il maggior numero possibile di artisti, pensatori e creativi. Considerando che il risultato finale non è necessariamente un’opera fisica, ma la sua traduzione in a) un output che può essere pubblicato in un libro digitale e b) un contributo riproducibile per la mostra itinerante, probabilmente i costi di produzione non saranno così alti.

  • C’è un budget aggiuntivo per la produzione di opere più grandi?

Tecnicamente parlando, no. Ma non abbandonate l’ottimismo, dove c’è un buona idea c’è speranza. Tuttavia, tenete presente che siamo interessati a idee e progetti che siano in grado di mettere in contatto le persone e di proiettare una visione al di là dei vincoli fisici di un oggetto.

  • Non ho idea di come trasformare il mio lavoro in un contributo per un libro o in un formato riproducibile. Dovrei comunque candidarmi?

Sì, assolutamente. Non è necessario che tu abbia già tutte le risposte; lavorare per una traduzione o un’approssimazione del tuo lavoro in un formato diverso farà parte di un processo artistico e di un dialogo curatoriale che vorremmo avviare con ogni partecipante, sia personalmente che come collettivo.

  • Cosa succede se vengo selezionato?

Qualcuno del nostro team ti contatterà per darti la lieta novella. Organizzeremo poi un primo incontro con tutti i partecipanti, virtualmente o IRL a seconda delle circostanze del momento. In seguito dovremmo programmare incontri individuali per tutti con il team Rizoma e il curatore per discutere la proposta in modo più approfondito e iniziare a pensare in termini di formato e sviluppo. Nel mese di luglio potrete produrre il vostro lavoro per il libro, che poi dovrebbe essere presentato all’inizio di agosto. Settembre servirà per rivedere e riconfigurare i materiali per la mostra che inizierà a viaggiare a ottobre.

COME FARE DOMANDA

Per partecipare al bando chiediamo di compilare il modulo sottostante entro la mezzanotte di domenica 7 giugno 2020. I candidati selezionati saranno avvisati entro una settimana. Contatto: info@euroalter.com

La selezione verrà effettuata da una giuria composta da: Luca Cinquemani, Giusi Diana, Letizia Gullo, Simone Mannino, Lorenzo Marsili, Izabela Anna Moren, Ennio Pellicanò, Filippo Pistoia, Clarissa Renée Podbielski, Giuseppina Vara, Giorgio Vasta.

powered by Typeform